Home Page  Indietro

 

Moduli

4-4-2. La difesa è composta da due centrali e due esterni di fascia. Uno dei centrali ha il compito di comandare l’avanzamento simultaneo della linea di difesa. La linea di difesa può essere organizzata con palla esterna, con una o due linee di copertura e con palla centrale. In questo ultimo caso la copertura è ad imbuto.
I centrocampisti possono essere schierati in linea o a rombo, con uno dei due centrali più arretrato e l’altro schierato dietro le punte.

5-3-2. Nel caso del 5-3-2 con marcamento a zona i difensori marcano gli attaccanti avversari nelle proprie zone di competenza. Gli esterni di difesa possono diventare i quarti di centrocampo (in fase di possesso palla), oppure sostenere entrambi il centrocampo.
Nella difesa con marcamento misto, nella zona centrale, i marcatori prendono in consegna le punte avversarie a uomo. La marcatura può essere fissa o con scambi di marcatura nella propria metà del campo (centro destra o centro sinistra). Il centrale di difesa ha la funzione di libero classico, sempre leggermente staccato rispetto ai difensori che devono marcare. Gli esterni di difesa devono prendere in consegna eventuali attaccanti esterni e, in fase di possesso palla, attaccare le fasce.
I centrocampisti possono essere disposti con il centrale più arretrato o più avanzato rispetto ai compagni di reparto. La scelta determina maggiore copertura o maggiori capacità offensive.
Gli attaccanti devono aiutare sugli esterni i propri centrocampisti.

 
3-4-3 Difesa con marcamento a zonaCon tre soli giocatori in difesa vi è una zona di campo difensiva più ampia da gestire, ma i compiti rimangono inalterati rispetto alla difesa a 4.
In fase di copertura, la difesa del settore centrale viene aiutata da esterni di centrocampo o da un centrale di centrocampo che si inserisce sulla linea di difesa.
I centrocampisti vengono schierati come nel centrocampo del 4-4-2.
Gli attaccanti, a turno, devono aiutare i centrocampisti in fase di non possesso della palla.