Home Page  Indietro

 

Tecnica e tattica
La mentalità offensiva:principi di base,esercitazioni tattiche (parte I)
Dall'inizio degli anni novanta l'organizzazione difensiva è stata una prerogativa comune a tutte le squadre del panorama italiano,dalla serie A alla serie C.Ciò ha determinato un grande equilibrio tattico nei vari campionati,che si è tradotto in un identico equilibrio di risultati;inoltre il calciatore professionista italiano ha acquisito negli anni una notevole cultura....

di Marco Proto

Tratto dal sito calciatori.com

 

Premessa

Dall'inizio degli anni novanta l'organizzazione difensiva è stata una prerogativa comune a tutte le squadre del panorama italiano,dalla serie A alla serie C.Ciò ha determinato un grande equilibrio tattico nei vari campionati,che si è tradotto in un identico equilibrio di risultati;inoltre il calciatore professionista italiano ha acquisito negli anni una notevole cultura dell' "ordine" tattico,incrementata dal fatto che la zona,con il passare del tempo,è diventata il sistema difensivo maggiormente utilizzato dai tecnici italiani.
La rottura di tale equilibrio dipende esclusivamente da:
- valori tecnici dei singoli calciatori che compongono una squadra;
- profonde conoscenze tattiche offensive (individuali e collettive) dei calciatori che compongono una squadra;
- alto contenuto culturale,professionale e morale in seno al gruppo(collaborazione,serietà,disponibilità,capacità di concentrazione,umiltà,ecc…).
La nuova frontiera per l'allenatore attuale è quella di plasmare un gruppo che possibilmente possieda le suddette 3 qualità fondamentali.
Logicamente,comunque,sarà il secondo aspetto quello su cui potrà essere prevalentemente indirizzato il lavoro quotidiano di un allenatore di calcio.
La mentalità offensiva e i suoi principi di base
Il compito più interessante per un allenatore è quello di saper conferire al proprio gruppo una mentalità offensiva,che renda tutti i giocatori impegnati in campo partecipi ad un comune progetto tattico che prevede la proposizione continua del proprio gioco e dei propri ritmi,contro qualsiasi avversario.
I principi di base della fase offensiva sono,come noto:
· lo scaglionamento:disporsi su più linee di gioco(es.:a triangolo) per facilitare e ampliare le soluzioni di gioco del compagno in possesso palla;
· la penetrazione:ricerca della profondità,per verticalizzare il gioco;
· l'ampiezza:sfruttamento del campo di gioco in tutta la sua larghezza,per allargare il sistema difensivo avversario;
· la mobilità:l'aggressione e la creazione degli spazi vuoti mediante le corse di smarcamento;
· l'imprevedibilità:disorientamento del sistema difensivo avversario.
Ognuno di questi cinque principi offensivi può essere sviluppato con molteplici esercitazioni.A questo proposito,il quotidiano lavoro tecnico-tattico dell'allenatore presenta una pluralità di metodologie e mezzi allenanti di vastissime proporzioni.

Esercitazioni sul campo:
Possesso palla tra i birilli:num.giocatori:7;spazio di gioco:20mx30m;durata:10' (3' a 2 tocchi,3' a 1 tocco,2' a 2 tocchi con tiro obbligatorio nella porticina dopo 3 passaggi,2' a 1 tocco con tiro nella porticina dopo 3 passaggi);regole:possesso palla tra i birilli;varianti:inserimento della porticina;obiettivi:posizionamento immediato per ricevere la palla,possesso palla finalizzato al gioco in verticale per la conclusione a rete.(Fig.1)
Passaggi nel cerchio:num.giocatori:9;spazio di gioco:cerchio con diametro di 10-20m;durata:finchè tutti i giocatori in possesso palla hanno ruotato al centro del cerchio;regole:un giocatore parte dal centro del cerchio per ricevere palla dagli 8 compagni posti sulla linea dell'ipotetica circonferenza.Essi sono chiusi davanti da 1 birillo ciascuno.La sequenza dei passaggi può essere preordinata(1,2,3,4,5…corrispondenti ai giocatori) o casuale(4,7,2,1…chiamati a voce dall'allenatore);varianti:invece di birilli vi sono 8 "difensori passivi" (in questo caso i giocatori sono 8+8+1=17);obiettivi:posizionamento immediato per ricevere palla;reattività.(Fig.2)
Possesso palla a colori:num.giocatori:9;spazio di gioco:25mx25m;durata:10'; regole:vi sono 3 giocatori con casacche blu,3 con casacche gialle e 3 con casacche rosse.Essi si mescolano prima mediante un possesso palla libero,poi al fischio improvviso dell'allenatore,se si trova in possesso palla un giocatore blu,i suoi compagni dovranno immediatamente farsi trovare smarcati,mentre i restanti rossi e gialli diventeranno difensori (che se vicino alla palla aggrediranno il portatore di palla con un azione di pressione,mentre altri controlleranno gli smarcamenti avversari);obiettivi:posizionamento immediato per ricevere palla,reattività.(Fig.3)


Possesso palla con appoggi esterni al quadrato:num.giocatori:4>4 all'interno del quadrato,4 all'esterno dei lati del quadrato(4+4+4=12);spazio di gioco:10mx10m;durata:15';regole:4>4 all'interno del quadrato,e ciascuna squadra può avvalersi dell'aiuto esterno dei giocatori neutri che si muoveranno lungo i 4 lati del quadrato,pronti ad aiutare nel possesso palla;varianti:il giocatore esterno,ricevuta la palla,dovrà obbligatoriamente passarla ad un altro giocatore esterno,che poi la rimetterà in gioco nel quadrato - la squadra interna può ricorrere all'esterno solo dopo 3 passaggi consecutivi;obiettivi:posizionamento immediato per ricevere palla,ricerca dell'ampiezza.(Fig.4,variante n.1 Fig.5,variante n.2 Fig.6)


Conclusione dopo sganciamento per la zona franca:num.giocatori:7>7;spazio di gioco:campo di 60mx60m diviso in 3 zone:zona n.1 20mx60m,zona franca 20mx60m,zona n.2 20mx60m;durata:20';regole:i 7 che vengono a trovarsi in possesso palla possono verticalizzare il gioco solo con un passaggio ad un compagno che si è sganciato oltre la zona franca;varianti:verticalizzazione possibile solo dopo 5 passaggi - vertical. Obbligatoria dopo 3 passaggi;obiettivi:ricerca della penetrazione,possesso palla finalizzato alla verticalizzazione del gioco.(Fig.7)
Passaggio al colore:num.giocatori:4;spazio di gioco:metà campo;durata:10';regole:il giocatore in possesso palla scambia a spalle girate con l'allenatore.Al suo segnale,urlando il colore della casacca,il giocatore si girerà verso l'area avversaria e verticalizzerà sul movimento libero dell'attaccante con la casacca corrispondente;varianti:gli altri due attaccanti non chiamati,diventano difensori - ci saranno 3 giocatori per ogni colore della casacca(blu,gialli,rossi);obiettivi:presa d'informazione sullo smarcamento, verticalizzazione del gioco,reattività.(Fig.8)


Partitina a 3 porte:num.giocatori:4>4;spazio di gioco:40mx20m;durata:20';regole: i giocatori rossi attaccano,i giocatori blu difendono le 3 porticine.Il gol nella porticina centrale vale 2 punti,in quelle laterali vael 1 punto;varianti:anche i rossi hanno 3 porticine da difendere;obiettivi:ricerca dell'ampiezza,possesso palla finalizzato al cambio di gioco.(Fig.9)
Passaggi fra le porticine:num.giocatori:8>8;spazio di gioco:30mx30m;durata:20'; regole:vi è sempre una porticina in più rispetto al numero di ciascuna squadra (in questo caso quindi sono 9 porticine).Le squadre dovranno mantenere il possesso palla e segneranno un punto per ogni passaggio effettuato sotto la porticina;varianti:campo di gioco di maggiori dimensioni,a seconda dell'intensità dell'esercitazione;obiettivi:ricerca dell'ampiezza,possesso palla finalizzato al cambio di gioco.(Fig.10)
Partitina con corridoio esterno:num.giocatori:8>8 + 2 esterni neutrali;spazio di gioco:30mx60m;durata:20';regole:partita 8>8,con possibilità in fase offensiva di giocare sugli esterni(liberi,non ostacolabili,e non suscettibili di fuorigioco);varianti:gol possibile solo se dopo cross o passaggio dell'esterno;obbligo di passare all'esterno dopo 3 passaggi consecutivi;possibilità di passare all'esterno solo dopo 5 passaggi consecutivi;obiettivi:ricerca dell'ampiezza,possesso palla finalizzato al cambio di gioco.(Fig.11)


Possesso palla nello spazio ridotto:num.giocatori 9>9;spazio di gioco:40mx40m;durata:30';regole:possesso palla,1 punto alla squadra che effettuerà 5 passaggi consecutivi;varianti:vi sono 2 linee di meta,il cui oltrepasso della squadra in possesso palla,varrà 2 punti (ma solo se effettuato in meno di 5-6 passaggi consecutivi).Dunque la verticalizzazione "premierà" più del possesso palla generalizzato;varianti:su dimensioni dello spazio di gioco e del numero dei giocatori a seconda dell'intensità voluta per l'esercitazione;obiettivi:ricerca della mobilità,possesso palla generalizzato;con linee di meta:ricerca della mobilità e della penetrazione,possesso palla finalizzato alla verticalizzazione del gioco.(Fig.12)